Magister partecipa a “Canova. Eterna bellezza”

In occasione della mostra evento “Canova. Eterna Bellezza” al Museo di Roma, Magister ha presentato un’installazione in scala reale di “Amore e Psiche” giacente di Antonio Canova, scolpita da un robot a partire da un blocco di marmo bianco di Carrara di 10 tonnellate.

Dal 10 ottobre 2019 al 15 marzo 2020, il Museo di Roma presenta Canova. Eterna bellezza, una mostra evento con oltre 170 opere e prestigiosi prestiti da importanti Musei e collezioni italiane e straniere. Per l’occasione Cose Belle d’Italia Media Entertainment, con il format Magister e grazie alla collaborazione con Robotor, ha realizzato una riproduzione in scala reale di Amore e Psiche giacente, un omaggio al più grande interprete del Neoclassicismo, primo ambasciatore della bellezza italiana nel mondo.

Il progetto ha preso forma a partire da una scansione millimetrica del gesso preparatorio della scultura di Canova esposta al Louvre. Un blocco di marmo di Carrara, del peso di circa 10 tonnellate, è stato modellato dal lavoro incessante di un robot antropomorfo che, per circa 270 ore, ha scolpito ogni dettaglio, per restituire l’esatta replica della passione con cui Canova cesellò ogni parte dello stupendo ed articolato capolavoro.

Ispirandosi al principio di replicabilità dell’opera proprio del processo creativo di Canova, la riproduzione realizzata da Magister è da leggersi come forma di rispetto per il pensiero dell’artista ed esprime l’aspirazione contemporanea a valorizzare ancora una volta l’estro creativo dell’artista.

Posta al centro del cortile di Palazzo Braschi, l’installazione della scultura di Amore e Psiche giacente attira lo sguardo di chiunque si trovi a Piazza Navona e Piazza San Pantaleo. Ad accompagnare l’installazione, un documentario sulla realizzazione dell’opera e un racconto video della fiaba di Amore e Psiche di Apuleio, in un percorso tra spettacolo e approfondimento, un racconto sui testi di Giuliano Pisani, con la voce di Adriano Giannini e la musica originale del violoncellista Giovanni Sollima.

Ph_Laura Veschi © Robotor

Condividi

Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.
Maggiori informazioni