Amore e Psiche
L'Arte incontra la Tecnologia

Palazzo Braschi | Roma
10.10.2019 - 21.06.2020

La più contemporanea riproduzione

Dal 10 ottobre 2019 al 21 giugno 2020, il Museo di Roma presenta Canova. Eterna bellezza, una mostra evento con oltre 170 opere e prestigiosi prestiti da importanti Musei e collezioni italiane e straniere.

Magister Art presenta la più contemporanea riproduzione in scala reale del gruppo scultoreo di Amore e Psiche giacenti di Antonio Canova. A partire da una scansione 3D del gesso preparatorio della scultura oggi esposta al Louvre di Parigi, un robot ha scolpito incessantemente per 270 ore un blocco di marmo bianco di Carrara di 10 tonnellate.

Backstage
Backstage

© Robotor, Laura Veschi

Backstage

© Robotor, Laura Veschi

Backstage

© Marco Petracci

Backstage

© Marco Petracci

Lo scalpello è ora nelle mani del computer.

La riproduzione in scala reale di Amore e Psiche giacente vuole essere l’inedito omaggio al più grande interprete del Neoclassicismo, il primo ambasciatore della bellezza italiana nel mondo: Antonio Canova.

Il processo creativo di Canova partiva, dopo un disegno, dal primo bozzetto in argilla nel quale fissava l’idea per poi modellare, sempre in argilla, la scultura nelle dimensioni reali dell’opera finale. Di quest’ultima veniva fatto il calco, dove veniva poi colato il gesso liquido, per creare il modello dell’opera. Su questo modello in gesso venivano inseriti cilindretti metallici, chiamati repére, che costituivano punti di riferimento indispensabili che, con squadre, compassi o pantografi, venivano riportati sul blocco di marmo per la realizzazione finale dell’opera.

Un processo che racchiude in sé il tema della replicabilità dell’opera partendo da un modello in gesso.

Ispirandosi a questo stesso principio di replicabilità dell’opera, la riproduzione realizzata da Magister Art, è da leggersi come forma di rispetto per il pensiero dell’artista ed esprime l’aspirazione contemporanea a valorizzare ancora una volta l’estro creativo di Canova.

Posta al centro del cortile di Palazzo Braschi, l’installazione della scultura di Amore e Psiche giacente, attirava lo sguardo di chiunque si trovasse a passare a Piazza Navona e Piazza San Pantaleo, durante i mesi di apertura della mostra. L’installazione era inoltre accompagnata da contributi video di approfondimento.

La prima sala ospita il racconto intimo e fedele a cui Canova si è ispirato, la Fiaba di Apuleio, in una narrazione filmica privilegiata, con il testo del filologo classico Giuliano Pisani, la voce di Adriano Giannini e la musica originale del violoncellista Giovanni Sollima; nella seconda sala si scoprono le fasi di analisi e studio che hanno portato alla realizzazione della scultura, dalla scansione del gesso alla lavorazione del robot sul blocco di marmo.

Questo inedito progetto si inserisce nel percorso più ampio, intrapreso da Magister Art nel 2017, con l’obiettivo di dare vita a progetti espositivi certificati per le loro intrinseche qualità culturali e per l’eccellenza della completezza dell’insieme, restituendo luoghi emozionanti in cui la sperimentazione creativa e la tecnologia sono al servizio della divulgazione e dell’esaltazione dell’Arte.

Video teaser
Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.
Maggiori informazioni