IMMAGICA. Arte italiana. Un viaggio nella bellezza

Su iniziativa dell’Ambasciata d’Italia in Tiblisi, il Georgian National Museum di Tbilisi (Georgia) ospita, dal 31 maggio al 31 agosto 2019, la mostra multimediale “IMMAGICA. Arte italiana. Un viaggio nella Bellezza”, un percorso coinvolgente alla scoperta dei capolavori di sommi maestri italiani, da Giotto a Canova.

“La bellezza salverà il mondo” afferma il principe Miškin nell’Idiota di Dostoevskij, ed è questa l’ispirazione che ha dato il via alla grande mostra multimediale “IMMAGICA. Arte italiana. Un viaggio nella Bellezza”, che andrà per la prima volta in scena, su iniziativa dell’Ambasciata d’Italia in Tiblisi, al Georgian National Museum di Tbilisi, in Georgia, dal 31 maggio al 31 agosto 2019.

La mostra, itinerante e unica nel suo genere, è il frutto di una sinergia progettuale ed esecutiva di tre eccellenze italiane specializzate in progetti di valorizzazione e condivisione con il pubblico del patrimonio artistico italiano: Centrica, Cose Belle d’Italia Media Entertainment ed ETT.

Il viaggio, tra arte e innovazione al servizio della cultura, percorre oltre cinque secoli di arte italiana, dal Trecento alla prima metà dell’Ottocento, narrando e approfondendo alcune delle opere più significative di Giotto, Leonardo da Vinci, Botticelli, Raffaello, Canova, Bellotto e Canaletto.

Immagica offre al pubblico tre occasioni di coinvolgimento: il percorso multimediale, ideato e prodotto da Cose Belle d’Italia Media Entertainment con la curatela di Giuliano Pisani, l’Educational Platform dotata di schermi touch progettata da Centrica come momento di approfondimento di tutti i capolavori raccontati nella mostra e l’isola dedicata alla realtà virtuale progettata da ETT, dove la tecnologia avanzata VR consente un’esplorazione emozionale e interattiva di quattro meravigliose tele di Bellotto e Canaletto.

La mostra, alla quale si accede subito dopo l’area introduttiva, si sviluppa su cinque maxi schermi che svelano, attraverso una narrazione filmica di forte impatto, otto capolavori assoluti: la “Maestà di Ognissanti” (1310 ca, Gallerie degli Uffizi di Firenze) e gli affreschi della Cappella degli Scrovegni di Padova (1303 - 1305) di Giotto, “L’Annunciazione” di Leonardo da Vinci (1472 ca, Gallerie degli Uffizi, Firenze), “La Nascita di Venere” (1484 – 1486 ca, ,Gallerie degli Uffizi, Firenze) e “La Primavera” di Sandro Botticelli (1480 ca, Gallerie degli Uffizi, Firenze), “La Madonna del Cardellino” di Raffaello Sanzio (1506, Gallerie degli Uffizi, Firenze) fino alle sculture “Le Tre Grazie” (1813-1816) e “Amore e Psiche” (1781-1793) di Antonio Canova.

Il visitatore è immerso in una sinfonia di luci, suoni, colori e immagini che lo accompagnano in un’esperienza emozionante e formativa. La descrizione delle opere, disponibile in georgiano e in inglese, si può ascoltare tramite cuffie auricolari ed è accompagnata da una colonna sonora originale.

«IMMAGICA è una nuova importante tappa di un viaggio iniziato 18 mesi fa, con mostre importanti da noi organizzate con i partner georgiani» commenta l’Ambasciatore italiano Antonio Bartoli «Botticelli, Michelangelo, Tiziano, i grandi geni del Rinascimento, Bernini e il Barocco, i maestri dell’arte
contemporanea, de Chirico, gli omaggi a Caravaggio e Leonardo da Vinci. Iniziative sostenute dal programma “VivereALL’italiana” del Ministero italiano degli Affari Esteri e Cooperazione internazionale. Iniziative premiate da uno straordinario successo: oltre 135 mila visitatori. Lavorare insieme significa generare cooperazioni future e rapporti di fiducia tra istituzioni e aziende. Guardando a IMMAGICA come esempio di storytelling digitale la Georgia, non solo educa studenti, forma creativi digitali e attrae turisti, ma può esplorare la possibilità di fare lo stesso per raccontare il proprio straordinario patrimonio attraverso la tecnologia. È con tecnologie all’avanguardia che i tesori di questo Paese antico, dai paesaggi alle icone, dagli affreschi agli ori, possono circolare nel mondo».

«La nostra azienda è stata fondata con l’obiettivo di promuovere il patrimonio culturale italiano con tecnologie digitali. Siamo quindi estremamente lieti di contribuire alla mostra IMMAGICA con la nostra esperienza ventennale, con contenuti di eccezione e le nostre tecnologie» sottolinea Marco Cappellini, CEO e co-founder di Centrica. «Crediamo che la collaborazione con le altre aziende porti ad un risultato che ha un valore aggiunto, che non vediamo l’ora di leggere negli sguardi dei visitatori».

«IMMAGICA è un nuovo capitolo del nostro percorso volto a condividere con il pubblico mostre di respiro internazionale» afferma Renato Saporito, Ceo di Cose Belle d’Italia Media Entertainment. «Ogni nostro progetto nasce dall’approfondimento critico di comitati scientifici con l’obiettivo di coniugare innovazione, conoscenza, emozione e rigore scientifico. Con IMMAGICA la sinergia tra tre grandi player italiani ha permesso di potenziare l’esperienza di visita, rendendola ancora più unica e coinvolgente».

«Da tempo siamo impegnati nel creare esperienze immersive per il settore museale, combinando design innovativo e storytelling con tecnologie all’avanguardia - sottolinea Giorgio Genta, Vice Presidente di ETT. «Siamo soddisfatti di poter contribuire alla valorizzazione del patrimonio culturale italiano all’estero e di essere stati coinvolti nella realizzazione di questa mostra perché è grazie alla collaborazione con altre aziende che si sviluppano progetti vincenti e di ampio respiro».

Condividi

Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.
Maggiori informazioni